Perché è importante leggere le favole ai bambini

Perché è importante leggere le favole ai bambini

Raccontare storie ai bambini dovrebbe essere una regola, purtroppo spesso diventa un’opzione specie quando i genitori sono impegnati tutto il nel lavoro. La lettura di un racconto, storia o favola che sia, offre ai bambini un momento intimo e personale con la storia, immagina i personaggi, fantastica sulla stessa trama creandone di nuove e personali.

Ovviamente è anche un momento di altissima di formazione, leggere per i bambini fa bene anche ai genitori, i quali instaurano un rapporto che si fonde tra mondo reale e fantasia. Il bambino avrà bisogno di sentire le sue favole e storie, anche se queste le ha già ascoltate decine di volte, ad un certo punto sarà come un momento di incontro tra genitore e bambino. Il bisogno sarà reciproco, entrambi cercheranno quel momento magico dove la realtà viene momentaneamente sospesa per dare sfogo alla fantasia da condividere.

Quando iniziare a leggere le favole ai bambini

Non c’è un’età specifica, importante è farlo e prima possibile, un bimbo anche di pochi mesi può iniziare a cogliere questa magia delle favole, che diventerà sempre più parte integrante della sua vita man mano che cresce. Quindi si può tranquillamente iniziare fin dalla tenera età ai 5/6 anni, in pratica fino al periodo della scuola elementare, dopodiché provvederà anche in autonomia.

È importante in ogni caso offrire ai piccoli questo importante background formativo, perché li aiuterà a crescere e formare la loro personalità e carattere, nonché avrà anche dei bellissimi ricordi che porterà con sé per tutta la vita. Le favole da sempre sono state uno “strumento” di apprendimento e formazione, ed oggi più che mai è necessario offrire ai bambini momenti speciali come quello del racconto delle favole.

Il tono della voce da usare è importante

Ovviamente raccontare una favola presuppone anche un tono della voce il più possibile narrativo, questo perché ogni singola parola scandita, sarà più facilmente compresa e memorizzata dai piccoli.

Raccontare favole al tempo dei computer e del digitale sfrenato potrebbe sembrare una pratica preistoria, in realtà oggi più che mai c’è bisogno di questa sana abitudine da offrire ai propri figli, insegnando proprio con le favole i sani principi che vanno deteriorandosi!

×

Carrello